Verso l’Elenco dei venditori di energia elettrica

Prossimo all’uscita il decreto MISE per la pubblicazione dell’Elenco dei venditori di energia elettrica. A seguito della legge annuale per il mercato e la concorrenza (G.U. n.189 del 14-8-2017), l’Autorità per l’energia ha trasferito i propri pareri al MISE sui criteri di elaborazione dell’elenco.

A breve, ci sarà quindi un albo finalizzato a monitorare e garantire la stabilità finanziaria degli operatori e la qualità delle performance nell’erogazione del servizio. Forte l’esigenza di regolamentare il quadro di un settore che a 17 anni dalla liberalizzazione vede in Italia attivi 546 venditori di energia elettrica sul mercato libero.

I soggetti interessati dall’elenco sono i venditori finali. Nella fase iniziale saranno ammessi tutti i venditori accreditati al SII (Sistema informativo integrato), poi entro tre mesi essi dovranno presentare tutti i requisiti fondamentali per la permanenza. Le imprese di neo-natalità, invece, dovranno fornire le garanzie richieste già in ingresso.

Tre sono le categorie di requisiti. La prima è quella dell’onorabilità, riferita alle imprese ed alle persone fisiche preposte alle attività di direzione. Seconda categoria è quella dei requisiti finanziari, finalizzata a valutare la capacità di approvigionamento e la relativa garanzia di fornitura ai clienti finali (valore del capitale sociale versato, puntualità dei pagamenti). Infine i requisiti tecnici: condotta commerciale, gestione contrattuale, fatturazione e morosità.

Dopo la pubblicazione, la permanenza nell’elenco sarà legata alla sussistenza di tutti i requisiti, in mancanza dei quali le imprese lacunose saranno chiamate a soddisfare gli stessi, pena l’esclusione.

I venditori figureranno in quattro classi di affidabilità: di corretta e piena attività, di attenzione (per mancato rispetto anche solo di uno dei requisiti), di osservazione (finalizzata al recupero dei requisiti) e quella di inaffidabilità (essa prevede l’esclusione dall’elenco).

L’AIGET (Associazione Italiana di Grossisti di Energia e Trader) attraverso una nota ufficiale ha espresso il suo parere in merito all’elenco.

“L’Elenco venditori di energia elettrica è uno strumento accessorio alla fine alla piena liberalizzazione dei prezzi energetici, con l’eliminazione del regime di maggior tutela prevista per il 1° luglio 2019.

Di fatto la legge richiede che sia introdotto un elenco di venditori affidabili, cui legittimamente i clienti finali possono rivolgersi per avere un’alternativa di mercato al proprio fornitore di energia. A tal fine sarebbe secondo noi auspicabile che l’Elenco fosse strutturato in maniera semplice e chiara, non eccessivamente burocratico e non ridondante rispetto ad obblighi e prescrizioni già in essere.

Per tutelare il consumatore finale è in tal senso necessario che l’albo evidenzi casistiche di mala gestione, al fine di evitare ad esempio fornitori che presentino il rischio potenziale di default finanziario”.

 

                   a cura di A. Campitiello